suoni del silenzio logo

sponsor NelBelSalento.it

sponsor NelBelSalento.it

  • Home

CONVENZIONE PER LA VALORIZZAZIONE DELLA BIBLIOTECA E DEL CORO SUPERIORE DEL CONVENTO  MARIA SANTISSIMA DELLA CROCE

biblioteca santa maria della croce

L’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana ha dato il via libera alla firma di una convenzione con la Provincia di San Giuseppe dei Frati Minori di Lecce per la fruizione pubblica del patrimonio artistico-culturale del Convento Maria Santissima della Croce. “Il Convento della Croce custodisce un patrimonio prezioso che per molti anni non è stato fruibile – spiega l’Assessora alla Cultura Maria Angelotti – grazie a questa convenzione i francavillesi, i visitatori e i turisti potranno scoprire un pezzo della storia cittadina ancora non sufficientemente valorizzato.” In base all’accordo, che sarà formalizzato nei prossimi giorni, si apriranno al pubblico le porte della biblioteca conventuale “Padre Primaldo Coco” e del coro superiore.  La biblioteca, con i suoi 4 mila volumi, custodisce circa 2 mila opere rare edite tra il 1600 e il 1830. I Frati metteranno a disposizione dei fruitori anche una sala lettura per la consultazione dei volumi. “La possibilità di accedere alla biblioteca è una buona notizia anche per gli studiosi e gli appassionati – prosegue l’Assessora Angelotti – tra gli scaffali sono presenti opere di non facile reperibilità e dal grande valore storico.” Il coro superiore, collocato al primo piano, consentirà di ammirare i bellissimi stalli dipinti e respirare l’atmosfera di attesa e di meditazione che contraddistingue questo angolo del Convento. “Il coro, con i suoi bellissimi dipinti, è un luogo ricco di fascino dove si respira la storia del Convento – dichiara l’Assessora Angelotti – qui si sono susseguite intere generazioni di frati che hanno lasciato il loro segno nella Città.”

Leggi tutto

Stampa

AL VIA I LAVORI DI RESTAURO CONSERVATIVO DELLA TORRE DELL'OROLOGIO

received 822360911729197

AL VIA I LAVORI DI RESTAURO CONSERVATIVO DELLA TORRE DELL'OROLOGIO (foto di Enzo Balestra per www.suonidelsilenzio.it)

Nelle scorse ore, con il posizionamento dell’impalcatura, si è ufficialmente aperto il cantiere che restituirà alla Città uno dei suoi monumenti simbolo. I lavori prevedono il rifacimento della facciata, il recupero del cosiddetto quadrante Gasbarro, il restyling del quadrante sud, la valorizzazione della meridiana in marmo, la manutenzione della macchina dell’orologio, la sistemazione delle campane e l’adeguamento dell’impianto elettrico. “La Torre dell’Orologio è uno dei simboli della nostra Città – spiega il Sindaco Antonello Denuzzo – con questo intervento di restauro tornerà ai suoi antichi splendori. L’avvio del cantiere vuole essere di buon auspicio per la ripartenza dopo il lungo periodo di pandemia.”La Torre fu edificata nel 1750 per volere del Sindaco Maurizio Giannuzzi. Sono trascorsi pochi anni dal terribile terremoto che colpì la Città nel 1743. Tra le macerie comincia a prendere forma una nuova idea di Città: la Chiesa matrice è un cantiere, i borghi si espandono oltre le antiche mura, a ridosso del centro è un fiorire di botteghe.Il Principe Imperiali, l’8 settembre 1750, ordina l’allargamento della piazza con la demolizione della Cappella della Misericordia, dell’antico orologio e di alcune botteghe. Viene disposto, inoltre, il riallineamento dei prospetti, incentivando la realizzazione di spazi porticati aperti.

Leggi tutto

Stampa

IL SEVERO GIUDIZIO DI GRAMSCI  SUL FRANCAVILLESE FRANCESCO RIBEZZO

antonj suoni del silenzio

IL SEVERO GIUDIZIO DI GRAMSCI  SUL FRANCAVILLESE FRANCESCO RIBEZZO

A cura di Pietro Filomeno
Il grande sardo definiva “lorianismo” quella schiera di intellettuali affetti «da disorganicità, assenza di spirito critico sistematico, trascuratezza nello svolgimento dell’attività scientifica assenza di centralizzazione culturale, mollezza e indulgenza etica nel campo dell’attività scientifico culturale ecc., non adeguatamente combattute e rigidamente colpite». Anche se il termine nasce dal coevo economista Achille Loria (vedi pagina accanto), per Gramsci «ogni periodo ha il suo lorianismo più o meno compiuto e perfetto e ogni paese ha il suo». Francesco Ribezzo appartiene a questa schiera di pseudo-intellettuali. Se può essere di consolazione per la memoria di Ribezzo, diciamo subito che per Gramsci tra gli esponenti massimi di questa patologia intellettuale erano soprattutto Arturo Labriola, Filippo Turati e Luigi Einaudi.

Leggi tutto

Stampa

PAGELLE SAN REMO 2021

san remo 2

Pagelle San Remo 2021 a cura di Antonio Di Lena

Amadeus e Fiorello voto 8.5/10
Non è affatto facile intrattenere un teatro vuoto... I due resteranno nella storia (si spera) come gli unici due conduttori del festival della canzone italiana ad avere a che fare con la freddezza di un pubblico fisico assente.
Fiorello ha fatto il Fiorello di turno senza però ricevere quel giusto tributo che spetta ad un intrattenitore come lui, dispiace anche per Amadeus ... si sa il festival è palcoscenico assai ambito e fare il bis ma senza pubblico in piena pandemia non è proprio da tutti i giorni. Nel 2020 Amadeus si preoccupava dove fosse finito Bugo nel 2021 si preoccupa di dove è finito il pubblico, già per il 2022  si è defilato.

Leggi tutto

Stampa

IL CORPO DELLA DONNA NEL CINEMA E NELLA VITA REALE  

cover Incontrada P taglio

IL CORPO DELLA DONNA NEL CINEMA E NELLA VITA REALE  

Partiamo dal “caso Incontrada”. Sulla copertina del 7 agosto di “Vanity Fair”, rivista settimanale di gossip e altro, Vanessa Incontrada, attrice e conduttrice, si è fatta fotografare nuda. Forme rotonde, seni coperti dall’avambraccio destro e coscia sinistra accavallata su quella destra. Sguardo dolce rivolto verso l’obiettivo del fotografo o, se volete, verso i lettori vouyer. Tutto, come regola impone, scrupolosamente photoshoppata: quindi niente cellulite, qualche ritocchino e persino un po’ smagrita.
Perché l’ha fatto? Per soldi o per vanità?

Leggi tutto

Stampa