suoni del silenzio logo

sponsor NelBelSalento.it

sponsor NelBelSalento.it

  • Home

Salvini: 32 anni di carcere per scontare tutte le accuse

salvini arrestato magari per sempre

Matteo Salvini: 32 anni di carcere se fosse condannato per tutte le accuse dei reati commessi...

Il curriculum giudiziario di Matteo Salvini è vasto come la Padania, quotidianamente consiglieri, sindaci, assessori e anche parlamentari in quota Lega vengono accusati e spesso condannati per reati di vario genere, ma a quanto pare il loro leader non è da meno tra accuse archiviate e non. Abbiamo raccolto i reati, le denunce e le querele più significativi attribuiti al leader della Lega  e delle fake news politiche in Italia e se venisse condannato per tutti i reati commessi dovrebbe scontare 32 anni di prigione.

Leggi tutto

Stampa

Raffaele di nuovo scon-Fitto in Puglia rieletto a sorpresa Michele Emiliano

emiliano carictura suoni

Con 871.028 voti e il 46.78% dei consensi la Puglia resta in mano a Michele Emiliano, governatore uscente sostenuto dal Partito Democratico e da altre quattordici liste. A farne le spese è la coalizione di centro-detra capitanata dall'ex presidente Raffaele Fitto già sconfitto in passato da Nicky Vendola quando la Puglia riuscì ad avere il suo primo e storico governatore in quota Rifondazione Comunista, altri tempi, altra dirigenza, altro modo di fare politica e di aspettativa, crolla invece (come su tutto il territorio nazionale) il Movimento 5 Stelle capitanato da Antonella Laricchia e sostenuta dalla lista Puglia Futura, il movimento sicuramente in Puglia ne risente della scissione fatta con Mario Conca che si è presentato con la lista Cittadini Pugliesi, deludente il risultato di Ivan Scalfarotto, mentre i sondaggi lo davano al 3% il candidato presidente sostenuto da Italia Viva raggiunge appena 1.60% dei consensi.

Leggi tutto

Stampa

L'analisi del voto 2020 tutti sconfitti e tutti vincitori...classico uso di politica da bar in Italia!

crollo salvini

Lega a picco regala voti a Fratelli d'Italia, il Movimento 5 Stelle quasi non pervenuto...il Partito Democratico in silenzio raccatta qualcosa e pure nessuno ammette la sconfitta e  ritrova nel bicchiere mezzo pieno sempre qualcosa da festeggiare...benvenuti nell'anti Mea Culpa della politica italiana

Crollo totale della Lega Nord...anche se sul logo continua a mascherarsi come Lega Salvini, punita addirittura in Veneto dove il riconfermato governatore Zaia umilia il “segretario” leghista quadruplicando i voti della propria lista civica nei confronti del partito capitanato (ormai allo sbando) da Matteo Salvini, non vince in nessuna regione (nelle Marche il vincitore appartiene a FdI) e si prende una meritata quanto scontata tirata d’orecchie da Zaia stesso… “Vinco perché governo.

Leggi tutto

Stampa

L'ITALIA HA BISOGNO DI CULTURA NON DI SCIACALLI...

azzolina suoni del silenzio

IL MINISTRO AZZOLINA ASSUME OLTRE 85.000 INSEGNANTI E 11.000 PERSONALE ATA...POI BACCHETTA SALVINI "SAREBBE BELLO VEDERLO STUDIARE", MA IL LEADER DELLE FAKE NEWS ITALIANE VUOLE UN POPOLO IGNORANTE PER I PROPRI CONSENSI...QUADRA TUTTO!

E' stato firmato  il Protocollo per garantire l'avvio dell'anno scolastico a settembre. A porre le firme le due parti in causa: il ministero dell'Istruzione e le organizzazioni sindacali.

Leggi tutto

Stampa

L’Angola legalizza l’omosessualità

image

Da febbraio, l’omosessualità non sarà più un reato punibile in Angola. Così viene a decadere una legge che risale all’epoca coloniale portoghese. Già nel febbraio 2017, l’Assemblea Nazionale della capitale angolana Luanda ha votato per introdurre un nuovo codice penale per sostituire l’attuale “Código de Processo Penal” in vigore dal 1886, un relitto dell’epoca coloniale portoghese. In realtà, il nuovo Codice penale avrebbe dovuto essere adottato già nell’estate del 2017, quando però è sorta una controversia a proposito delle previste leggi sull’aborto, ragion per cui il parlamento angolano ha potuto procedere al voto finale sul nuovo Codice penale solo a gennaio 2019. Il 23 gennaio 2019, i deputati hanno finalmente votato a favore della revisione del codice penale con 155 voti a favore, uno contrario e sette astensioni. Tuttavia, poiché il presidente dell’Angola, João Lourenço, ha preso tempo fino a novembre 2020, le nuove disposizioni entreranno in vigore solo a febbraio 2021.

Leggi tutto

Stampa