suoni del silenzio logo

BANNER3

Senza Forme - Barbarah Guglielmana

Senza Forme - Barbarah Guglielmana

Il dr. Giuseppe Marco d'Agostino  ci invia una gradita recensione della poesia "Senza Forme" scirtta da Barbarah Guglielmana e di cui è attualmente in libreria la sesta ristampa.
"Collo di donna che emergi dal mare, e porti coralli di capelli e occhi di fondale/ E pelle levigata dalle maree in un viso lieve...": si apre con un vocativo, un invito delicato eppure vibrante, il componimento poetico dal titolo Senza Forme vergato dalla penna mai scontata di Barbarah Guglielmana, medico con la passione della scrittura.

Una scrittura di una bellezza scabra ed autentica, quasi mai disgiunta dall'impegno sociale e dall'attenzione all'universo femminile. Che qui è talmente tanto centrale da farsi quasi inno struggente all'idea di donna, quasi trascendendo dalla figura umana reale di Naira, cui pure la poesia è dedicata.... Inoltrandosi nella lettura, si assiste ad un motivo che diremmo "panico" (dal greco παν-, che era anche il nome di una divinità agreste, in cui si incarnava la potenza della natura), cioè di totale fusione della donna con il mare e diremmo il Tutto. Anche il linguaggio contribuisce, si fa analogico, si fonda su un gioco di immagini tra loro rispondentisi. Ma proprio quando tale fusione sembra essere sul punto di avverarsi, la Guglielmana sembra 'virare' e riportare il lettore alla figura di Naira, alla terra in qualche modo: "...Porti una collana di perle nere, di fiume/ E rosa e bianche di oceano/A dimenticare conchiglie vuote e rotte/Su cui hai camminato, scivolando..." Ecco allora l'esortazione finale riallacciarsi al vocativo dell'inizio, come in una struttura ad anello che avvolge il lettore in un'atmosfera di evasione e contemplazione: non azione energetica ma riflessione ammirata, che contribuisce ad esaltare la figura di Naira stessa.
Nel complesso, un'altra scrittura profonda ed emozionale. Di Senza Forme è uscita il 24 ottobre 2013 la sesta ristampa per i tipi della Gattili.
Giuseppe Marco d'Agostino

Tags: italia, libri, letture, relax, recensioni

Stampa