suoni del silenzio logo

sponsor NelBelSalento.it

sponsor NelBelSalento.it

Home

Raffaele di nuovo scon-Fitto in Puglia rieletto a sorpresa Michele Emiliano

emiliano carictura suoni

Con 871.028 voti e il 46.78% dei consensi la Puglia resta in mano a Michele Emiliano, governatore uscente sostenuto dal Partito Democratico e da altre quattordici liste. A farne le spese è la coalizione di centro-detra capitanata dall'ex presidente Raffaele Fitto già sconfitto in passato da Nicky Vendola quando la Puglia riuscì ad avere il suo primo e storico governatore in quota Rifondazione Comunista, altri tempi, altra dirigenza, altro modo di fare politica e di aspettativa, crolla invece (come su tutto il territorio nazionale) il Movimento 5 Stelle capitanato da Antonella Laricchia e sostenuta dalla lista Puglia Futura, il movimento sicuramente in Puglia ne risente della scissione fatta con Mario Conca che si è presentato con la lista Cittadini Pugliesi, deludente il risultato di Ivan Scalfarotto, mentre i sondaggi lo davano al 3% il candidato presidente sostenuto da Italia Viva raggiunge appena 1.60% dei consensi.

Resiste e benfigura la lista del candidato presidente Nicola Cesaria...Lavoro,Ambiente e Costituzione, lista sostenuta da Rifondazione Comunista, Partito Comunista Italiano e Risorgimento Socialista, ultimo baluardo di una sinistra alternativa al Partito Democratico e al sostegno di una fetta storica di ideologia che mai come oggi deve unificare le forze per restare in piedi. Finiti i festeggiamenti e le delusioni dei vari schieramenti è il momento delle conclusioni, "SuoniDelSilenzio.it" ha cercato di raccogliere quante più voci possibili nel dimostrare lo stato d'animo del post elezioni pugliesi. In casa del vincitore Michele Emiliano la parola va a Maurizio Bruno, neo-consigliere eletto in quel di Bari: "È stata un’avventura incredibile. Non ho mai smesso di crederci ma non pensavo che avrei ricevuto tutto questo affetto, tutta questa fiducia: 3928 voti in provincia di Brindisi, di cui 3367 nella mia Francavilla. Grazie a tutte e tutti voi,  sono felice per me e per il Partito Democratico, che si conferma una forza politica capace di essere presente sui territori, di ispirare e meritare fiducia. Sono felice perché non abbiamo solo difeso la Puglia da chi la voleva usare contro il governo nazionale, ma perché abbiamo confermato la bontà di un progetto politico iniziato 15 anni fa. E sono felice perché abbiamo condotto, tutti insieme, una campagna elettorale splendida nella sua semplicità, senza fuochi d’artificio, portata avanti sui temi, ascoltando le persone. Tutti i giorni, per strada". Dal Partito Democratico arrivano anche le dichiarazioni di  Anna Rita Palmisani candidata PD nella circoscrizione Taranto che al nostro giornale dichiara :"Sovranismo e populismo regionali sono stati battuti e sconfitti! La Puglia non si Fitta e non si Lega! Abbiamo respinto con i democratici pugliesi questo attacco. Adesso ci compete riprendere in carico il futuro dei pugliesi partendo dalla sanità, dal welfare e dal lavoro con scelte condivise nei territori e con i corpi intermedi. Questa campagna elettorale ha dato al PD la possibilità di riconnetterci alle persone, le quali ci hanno offerto un'altra possibilità. Non deludiamole!". In casa "Democratica" l'ultimo intervento è di  Antonella Tateo : " Lavorare insieme per raggiungere un obiettivo è quanto di più bello si possa fare nella vita di tutti giorni ed in politica perché per me la politica è condivisione. Abbiamo ottenuto un risultato fantastico che va oltre ogni più rosea aspettativa della vigilia. Siamo riusciti a riconsegnare la Puglia a Michele Emiliano, abbiamo rieletto un grande amministratore come Fabiano Amati e portato in Consiglio Regionale un altro esponente di partito Maurizio Bruno. A loro il mio più grande in bocca al lupo nella convinzione che faranno un ottimo lavoro per questa provincia.(Brindisi Ndr)". Un pizzico di delusione invece per  la candidata della lista "Con Emiliano" Maria Passaro: "Abbiamo vinto questa sfida elettorale insieme a Michele Emiliano e abbiamo scacciato il fantasma del passato. È stata una campagna elettorale difficile in cui non mi sono fatta mai trasportare dalla ricerca del consenso a tutti i costi, in cui ho mantenuto la mia integrità morale senza scendere mai ad alcun compromesso: ne sono orgogliosa! Purtroppo, per soli 142 voti non potrò sedere in consiglio regionale per rappresentare questo territorio. Ringrazio i 1877 elettori che mi hanno dato fiducia. Continuerò ad occuparmi della mia città con la passione e l'impegno di sempre." In soccorso della Passaro arrivano le parole di conforto di Sergio Tatarano a rappresentare il consiglio comunale della città degli Imperiali, dove la giunta ha sostenuto compatta la candidatura di Maria Passaro appunto: "Ho appoggiato e votato per Michele Emiliano che ha impedito una pericolosa vittoria della destra e sono contento della sua riconferma. Per poco non ci riusciva un'impresa con Maria Passaro che con la sua consueta generosità se l'è giocata fino all'ultimo. Credo che anche la dimostrazione di compattezza offerta ed il gioco di squadra a cui si è prestato chi le sta intorno non fosse una circostanza scontata né così frequente in una politica che ci ha abituati ad operazioni strategiche puramente personalistiche e spesso poco chiare e cristalline. È questo, io credo, il patrimonio umanamente più consistente che ci portiamo dietro da questa esperienza e che dovremo continuare a coltivare nella nostra avventura corale iniziata nel 2018. All'unico consigliere francavillese eletto, Maurizio Bruno, vadano i miei complimenti e gli auguri perché sappia portare le istanze e le ragioni di un territorio storicamente poco rappresentato in Regione". Toni decisamente differenti tra gli sconfitti nelle liste di Scalfarotto di Italia Viva queste le dichiarazioni dell'ex assessore Nicola Cavallo candidato nel partito renziano: "Credo sia doveroso fare un analisi della tornata elettorale appena conclusa, sapevo fin dall’inizio che sarebbe stata una campagna elettorale difficile e che la coraggiosa scelta della mia candidatura mi avrebbe portato determinate conseguenze. La sobrietà di questa mia campagna elettorale ha rimarcato che nella mia Francavilla Fontana ancora oggi posso contare sul consenso dei miei amici, senza un partito ancora non strutturato alle mie spalle, senza l’aiuto dei vari uffici pubblici o privati che molto fanno in termini di consenso, completamente da solo sono riuscito a confermare l’effettivo numero di voti che in questi anni mi hanno consentito di essere sempre eletto in consiglio comunale. Le regionali sono ben altra cosa lo so, potevamo fare meglio e di più, ma da oggi poniamo le basi per il futuro e soprattutto continuerò a dare il mio contributo in consiglio comunale". Chiude con le dichiarazioni post elettorali Laura Lubelli giovanissima candidata nelle liste di Puglia Futura a sostegno di Antonella Laricchia del Movimento 5 Stelle : "La campagna elettorale appena conclusa è stata l'esperienza umana più profonda della mia vita. Ho conosciuto tantissime realtà è tantissime persone e il loro sostegno mi incoraggia ad andare avanti. I vincitori morali siamo noi giovani, quei giovani che si sono candidati contro un vecchio sistema e hanno deciso di non scendere a compromessi. Siamo il futuro e questo è solo l'inizio di in percorso che ci vedrà tutti protagonista in un processo di rinnovamento e trasformazione. Personalmente conto i voti in ogni comune della Provincia di Lecce e di Brindisi da Leuca a Carovigno ... ogni voto è un seme che germoglierá nel prossimo futuro. Io ci credo perché la vittoria alla fine sta nel cuore di chi lotta e noi continuiamo a lottare senza arrenderci mai". Si legge infatti dalle dichiarazioni della giovane salentina nonostante la sconfitta elettorale la grande voglia e partecipazione dei giovani in questa tornata elettorale, staremo a vedere adesso come si evolvarà la scena politica pugliese, noi saremo qui a dare voce al territorio.

Antonio Di Lena

Tags: politica, italia, europa, puglia, elezioni

Stampa